Tipo di indirizzo mac casuale o smartphone

Android cambiare indirizzo mac casuale

Nell’era della mobilità, il tracciamento della posizione è uno dei principali problemi di privacy per gli utenti di dispositivi portatili. Sebbene un numero crescente di applicazioni faccia uso dei dati di localizzazione, i sistemi operativi (OS) offrono la possibilità di disattivare i servizi di localizzazione forniti dal GPS o dalla connettività cellulare/Wi-Fi. I punti di accesso Wi-Fi, tuttavia, possono monitorare la posizione dei dispositivi senza il consenso dell’utente attraverso gli indirizzi MAC. Come contromisura a questa minaccia per la privacy, gli sviluppatori di sistemi operativi stanno anonimizzando gli indirizzi MAC, sollevando così preoccupazioni tecniche tra gli operatori di rete.

Ogni radio Wi-Fi ha un identificatore unico di 48 bit chiamato indirizzo MAC, assegnato dal produttore. L’indirizzo MAC è un indirizzo di livello 2 (L2) utilizzato per identificare l’origine (mittente) e la destinazione (destinatario) dei frame dalla maggior parte delle tecnologie di rete 802, tra cui Ethernet, Bluetooth e Wi-Fi.

Nel 2013, le implicazioni per la privacy delle richieste di sonde mirate hanno iniziato a essere ampiamente pubblicizzate. Diverse aziende avrebbero registrato e tracciato gli indirizzi dei dispositivi vicini in stati non associati. Inoltre, durante la connessione all’AP, i clienti non venivano informati in anticipo che i loro spostamenti sarebbero stati tracciati e che i dati storici sulla posizione potevano essere utilizzati per scopi di marketing o venduti a terzi.

Che cos’è l’indirizzo MAC randomizzato o MAC telefonico?

La randomizzazione del MAC è un processo che nasconde l’identità esatta di un dispositivo mobile. Funziona nascondendo il cosiddetto indirizzo MAC (Media Access Control) del dispositivo e creandone uno artificiale al suo posto, che viene poi trasmesso ai punti di accesso WiFi circostanti.

Android è un MAC randomizzato o un telefono MAC?

In Android 10, la randomizzazione del MAC è abilitata per impostazione predefinita per la modalità client, SoftAp e Wi-Fi Direct. La randomizzazione del MAC impedisce agli ascoltatori di utilizzare gli indirizzi MAC per costruire una cronologia delle attività del dispositivo, aumentando così la privacy dell’utente. Inoltre, gli indirizzi MAC vengono randomizzati come parte delle operazioni Wi-Fi Aware e Wi-Fi RTT.

Devo disattivare l’indirizzo MAC casuale di Android?

I dispositivi che utilizzano un indirizzo MAC WiFi casuale si collegheranno alla rete Plume. Tuttavia, per ottenere la migliore esperienza Plume e garantire la sicurezza e i controlli a livello di dispositivo, si consiglia di disattivare gli indirizzi MAC WiFi casuali e di tornare all’indirizzo MAC WiFi originale quando ci si connette alla rete domestica.

Indirizzo mac randomizzato

L’ultima versione beta di iOS 14 di Apple contiene un’impostazione che cambierà il modo in cui le persone si connettono e rimangono connesse alle reti Wi-Fi. Sebbene altri sistemi operativi, tra cui Android 10, avessero già questa funzione, essa ha implicazioni molto più ampie per i dispositivi Apple, poiché il tasso di adozione delle nuove versioni di iOS è molto più alto di quello di Android. Inoltre, Apple ha fatto un ulteriore passo avanti con iOS 14 e ha aggiunto la randomizzazione automatica dell’indirizzo MAC ogni 24 ore, mentre su Android rimane costante per ogni rete dopo l’adesione. Considerando l’andamento del settore, non c’è da stupirsi più di tanto.

Facciamo un piccolo passo indietro. L’indirizzo MAC (Media Access Control) è una stringa univoca di lettere e numeri utilizzata per identificare un dispositivo su una rete e consentirgli di comunicare con altri dispositivi. Gli indirizzi MAC vengono solitamente assegnati al momento della produzione del dispositivo e, a differenza degli indirizzi IP, in genere non cambiano quando si passa da una rete all’altra. In altre parole, gli indirizzi MAC sono storicamente statici e unici per ogni dispositivo.

Android 11 randomizzazione degli indirizzi mac

Non sono solo i telefoni ad avere un indirizzo MAC: ogni dispositivo di rete ne ha uno e fa parte del modo in cui le reti gestiscono le comunicazioni tra i dispositivi. Deve esserci un modo univoco per identificare un computer, un telefono, un tablet, una stampante wireless, un router e così via, in modo che i pacchetti di rete giusti possano essere inviati ai dispositivi giusti.

Il problema di avere un identificatore univoco su un dispositivo di rete è che consente di tracciarlo. Se il dispositivo è un telefono, significa che può essere rintracciato da qualsiasi rete Wi-Fi nel suo raggio d’azione.

Se vi trovate in un centro commerciale, ad esempio, potrebbero esserci molte reti Wi-Fi e, mentre visitate i negozi, questi potrebbero registrare il vostro arrivo registrando l’indirizzo MAC del vostro telefono. Potreste essere tracciati all’interno dei negozi e tra più negozi.

Per ovviare a questo problema, il telefono può sostituire l’indirizzo MAC integrato con uno scelto a caso. Man mano che ci si sposta, viene utilizzato un indirizzo MAC casuale diverso per ogni rete Wi-Fi. L’idea è quella di aumentare la privacy dell’utente rendendo impossibile il suo rintracciamento.

Indirizzo mac casuale Samsung

La randomizzazione del MAC aiuta a garantire la privacy del dispositivo mobile nascondendo l’indirizzo MAC originale, rendendo molto più difficile rintracciare un dispositivo in base al suo indirizzo MAC (soprattutto quando ci si connette a hotspot pubblici).

La randomizzazione MAC è un processo che nasconde l’identità esatta di un dispositivo mobile. Funziona nascondendo il cosiddetto indirizzo MAC (Media Access Control) del dispositivo e creandone uno artificiale al suo posto, che viene poi trasmesso a tutti i punti di accesso WiFi circostanti.

Se sul router di casa abilitato a Secure WiFi sono impostate più reti (SSID) (ad esempio, una rete a 2,4 GHz e una a 5 GHz), la randomizzazione MAC genera un indirizzo casuale per almeno una di queste reti.

I dispositivi con la randomizzazione MAC abilitata verranno visualizzati come due dispositivi separati connessi al Secure WiFi. A parte il produttore, l’impronta digitale di ciascun dispositivo deve essere la stessa. Ciò significa quanto segue: